image

Visitare Matera

Matera ed il territorio limitrofo conservano un patrimonio culturale e paesaggistico fra i più importanti del meridione d’Italia, un luogo davvero affascinante la cui storia racconta la presenza e l’evoluzione dell’uomo e del rapporto con l’ambiente naturale.

Nell’area urbana sono da visitare trovano i Sassi e il centro storico sul piano a cui fa da cornice il territorio del Parco della Murgia Materana. Nel percorrere le strade di questi ambienti si trovano una moltitudine di monumenti civili e religiosi, chiese e chiese rupestri, musei nazionali e musei tematici e diversi luoghi di interesse e produzione culturale.

Nel territorio circostante l’area urbana di grande rilievo è il Parco della Murgia Materana e tutta l’area della Collina materana con al centro la Diga di San GIuliano, qui si trovano un gran numero di testimonianze dell’arte rupestre.
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera
  • Visitare Matera

I Sassi di Matera

I Sassi sono un posto unico al mondo dal fascino discreto e misterioso, raccontano come l’uomo abbia costruito e vissuto per millenni in un ambiente straordinario e funzionale come era quello rupestre della gravina di Matera.
I due Sassi sono il Caveoso e il Barisano che occupano le due valli ai lati della Civita, sono considerati i rioni antichi di Matera. L’attuale centro storico si trova sul piano e si sviluppa sul piano a partire dal 1.600 lungo un nuovo asse rivolto verso la Puglia territorio (la terra d’Otranto) di cui Matera al tempo era parte integrante.

Non è da escludere che in origine i Sassi siano stati un ambito rupestre simile da quelli che oggi si osserva di fronte la città, sul versante opposto del canyon. Probabilmente è stata la presenza dell’acqua che scende dalle colline circostanti ad aver favorito l’instaurarsi su questo versante della gravina del nucleo abitativo primordiale che poi si è evoluto nei secoli in quello che vediamo oggi.

Da un punto di vista architettonico i Sassi sono una incredibile sequenza di elementi che si sono stratificati nel tempo, una architettura spontanea apparentemente caotica ma che rispetta norme e sapienze costruttive non indifferenti. Al loro interno vi sono complessi rupestri scavati nella roccia, chiese, antichi cimiteri; tutti elementi che si alternano continuamente con case di tutte le diverse epoche dell’ultimo millennio, dal medioevo al rinascimento, dal barocco fino all’epoca moderna. Si trovano in continuità grotte, ipogei, palazzotti, chiese, vicinati, scalinate, ballatoi, giardini e orti tutti incastonati l’uno nell’altro a formare un luogo unico e magico.

Passeggiando lungo l’asse principale che collega i due rioni Sassi via Bruno Buozzi, via Madonna delle Virtù e via D’Addozio è possibile attraversare questo paesaggio e ammirare al contempo quello altrettanto spettacolare del versante opposto della Murgia Materana. E’ possibile salire e scendere dai numerosissimi vicoli che si alternano tra gli edifici e trovarsi in angoli sempre diversi e sorprendenti.
flagHome×