image

Masseria Santa Lucia

Masseria Santa Lucia a Matera è una struttura ricettiva immersa in una grande tenuta che offre servizi di ospitalità per turisti e professionisti e dispone di 15 unità fra camere, appartamenti e suites. E’ anche un luogo ideale per eventi e ricorrenze. La struttura fa parte di un’antica masseria rurale collocata in un ambiente rupestre e si trova nell’area nord di Matera, a pochi chilometri dal centro storico.

Nel corpo centrale della masseria si trovano le quattro suites, camere molto grandi e confortevoli tutte ricavate nel corpo roccioso sul quale si erge la storica struttura. Ogni suite ha l’ingresso al piano terra e dispone di spazi relax all’aperto e di giardino.

Nella corte sempre al pian terreno vi sono la reception e la sala colazioni con grande spazio all’aperto. Davanti alla corte e per tutta la lunghezza del complesso si trova il grande piazzale con il parcheggio privato e giardino.

In due corpi posti all’ingresso della tenuta si trovano sono 4 stanze standard; 4 standard comunicanti che all’occorrenza possono trasformarsi in due mini appartamenti; 1 miniappartamento dotato di piano cottura e 2 appartamenti con cucina. Sono edifici ad un piano che affacciano su un proprio giardino. Tutte le stanze di questo corpo dispongono di uno spazio relax all’aperto con tavolino e sedie.
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
  • Masseria Santa Lucia - Matera
La Masseria Santa Lucia, un tempo conosciuta anche con il nome di Casino Panizza, è immersa in un contesto rupestre di notevoli dimensioni caratterizzato dalla presenza di estesi affioramenti rocciosi in cui è ancora possibile intravedere le tracce dell’uso che è stato fatto del territorio dall’uomo nei millenni. Nei giardini vi sono le principali essenze dalla macchia mediterranea e alcuni degli olivi secolari delle colture olivicole un tempo presenti in zona e anche una capperraia molto estesa e suggestiva.

Il Casino adiacente al vecchio apparato produttivo della masseria e al giardino rupestre, rappresenta una delle pregevoli espressioni architettoniche rurali del XIX secolo nell’agro materano. Dal suo terrazzo posto al primo piano del casino si ha una visuale completa della piana della Martella e una visione d’insieme del piazzale e del giardino su cui si aprono le camere, della sala delle colazioni e dell’area attrezzata adiacente la reception.

Un tempo collocata in un esteso uliveto su di un territorio che alternava piccole vallette erosive a pianori calcarei, la masseria prende la forma attuale presumibilmente nel settecento, come testimoniato da una incisione posta sotto uno stemma nobiliare attualmente poco leggibile. Si tratta di una grande costruzione in blocchi di tufo (calcarenite organogena) realizzata con murature portanti e volte a botte; la struttura che si sviluppa su cinque livelli asseconda l’andamento del terreno su cui è edificata.

Il primo e il terzo livello, probabilmente i più antichi, sono rappresentati da grotte scavate nel masso tufaceo, gli altri sono tutti edificati fuori terra. Tra questi spiccano il Casino di campagna con la torre colombaia e la Cappella privata dedicata a Santa Lucia. L’ingresso a questa piccola chiesetta è sormontato dalla scritta domus Dei Divae Liciae e da un piccolo campanile a vela dotato di campana che scandiva la vita lavorativa e sociale all’interno della masseria. La dedicazione è legata al fatto che la masseria insisteva nel patrimonio monastico Benedettino di Santa Lucia nell’agro di Matera, soppresso nel 1866 e passato da allora nelle mani dei privati.
flagHome×